Centro studi reiki e discipline bio energetiche per il benessere psicofisico e l'evoluzione spirituale

   
Home Page - Contatti Presento Reiki Elenco Regionale operatori e master Mondoreiki Link Amici - Altri Link
Reiki per i pranoterapeuti Pranoterapia - I Chakra Pranoterapia e influenza sul fisico Pranoterapia e il potere di guarigione


PRANOTERAPIA
A cura di Marco Milione (Milano 2004)
 

La guarigione pranica è fondata sulla struttura globale del corpo umano. l'intero corpo fisico dell'uomo e permeato da molteplici strati d'energia conosciuti con il nome di Campi Aurici. Ogni strato si compenetra e si unisce insieme agli altri formando così un immenso corpo di energia intorno alla persona, caratterizzato da diverse frequenze vibrazionali. Ogni strato energetico è a sua volta associato ad uno dei chakra principali con funzioni fisiche, psicologiche ed energetiche diverse. In sequenza gli strati energetici principali sono:
 

1) Corpo Eterico
2) Corpo Emozionale
3) Corpo Mentale
4) Corpo  Astrale
5) Corpo Matrice
6) Corpo Celestiale
7) Corpo Causale

 

Il Corpo Eterico: E Associato al primo Chakra. Si estende fuori dal corpo fisico per 3/5 centimetri. La malattia così come noi la concepiamo si manifesta prima nel corpo eterico e in un secondo momento nel corpo fisico. Il Corpo Eterico e in strettissima relazione con il corpo fisico. non è un caso che moltissime persone che hanno dovuto sostenere l'amputazione di una parte del loro corpo testimoniano di sentirsi ancora il proprio arto attaccato anche dopo l'operazione. Questo perché la memoria del Corpo Eterico rimane integra nella sua forma, ed occorre del tempo prima che si adegui alla nuova mutazione del corpo fisico. E costituito da sottili linee luminose e il suo colore varia da l'azzurro al grigio.

Il Corpo Emozionale: Sporge fuori dal corpo fisico da 2,5 a 7,5 cm. E collegato direttamente alle emozioni e ai sentimenti. Il suo plesso di contatto è il 2° Chakra. Questo strato energetico e composto da addensamenti di luce multicolore che variano a seconda della chiarezza o confusione dei pensieri, mutando il colore in virtù degli stati d'animo.  Da ciò si determina quello che comunemente viene definito rapporto di pelle  con le altre persone. Quando ci rapportiamo nei rapporti sociali avviene un discorso non verbale a livello aurico con il nostro vicino, e molto spesso ci capita di provare immediatamente simpatia o antipatia. Questo perché le nostre aure si sono scambiate informazioni ancor prima che gli interlocutori si siano potuti parlare determinando così una conoscenza preformale.

Il Corpo Mentale: E collegato al 3° Chakra e solitamente appare di colore giallo. Sporge fuori dal corpo fisico da 7,5 fino a 20 cm. Racchiude in se tutte le forme pensiero create dalla nostra mente. Più l'idea è chiara e più apparirà luminosa e delineata all'interno del corpo mentale; dando in seguito vita agli eventi che si susseguono nel nostro quotidiano. Se sono forme positive daranno vita a situazioni positive, contrariamente creeranno situazioni negative. quindi è molto importante  una volta che ci si è resi conto della propria negatività sforzarsi di trasformare tali pensieri in positivo.

IL Corpo Astrale: E in stretto contatto con il 4° Chakra, L'energia di cuore e la capacità di amare a livello globale. Si estende fuori dal corpo fisico 30/40 cm. E il luogo di transizione e comunicazione tra gli strati energetici inferiori e quelli spirituali, e viceversa.
La sua gamma di colori è simile a quella del corpo emotivo con una maggiore luminescenza rosea.

Il Corpo Matrice: E in stretto rapporto con il 5° chakra, il plesso della gola. Sporge fuori dal corpo fisico circa 45/60 cm. Così come il corpo eterico riflette le caratteristiche del corpo fisico in tutti i suoi aspetti e organi, il corpo matrice funge da memoria identificatrice per il corpo eterico stesso. E Come se fosse un pagina HTML di un sito internet che per poter essere visibile dagli utenti necessita di una matrice originaria che ne permette la forma.

Il Corpo Celestiale: E collegato al 6° chakra alla capacità intuitiva e di concentrazione. Si estende fuori dal corpo per circa 70/90 cm emanando colori argentei e dorati. Rappresenta il livello emotivo sul piano spirituale dove si può sperimentare l'estasi sul piano spirituale raggiungibile grazie alla meditazione.

Il Corpo Causale: Rappresenta il livello mentale del piano spirituale. Emana colori con riflessi d'oro. E collegato con il 7° Chakra e si estende fuori dal corpo fisico fino ad un metro di spessore. Ha una forma ovale e contiene, riflette e protegge tutti gli strati aurici connessi con l'attuale incarnazione dell'individuo.

Ovviamente l'estensione dei corpi sottili non si ferma a 7 ma continua all'infinito nello spazio e nel tempo con strati aurici che vibrano su dimensioni sempre più sottili fino ad unificarsi e a fondersi con tutto l'universo. Qui per convenzione ne ho elencati soltanto 7.

A differenza del praticante Reiki dove l'operatore funge da canale di energia tra se e il ricevente, il pranoterapeuta utilizza il proprio Ki (energia interiore), per andare a lavorare sul corpo eterico del paziente, proiettando la propria energia su di esso al fine di portare giovamento a tutto il corpo fisico. Diciamo che il lavoro dell'85/90% dei pranoterapeuti in circolazione si basa sull'influenza che la loro energia può avere prevalentemente sul primo, massimo sul secondo corpo Astrale ottenendo molto spesso ottimi risultati e utile nella cura di dolori, malattie e stati depressivi.

La pratica della pranoterapia preclude una conoscenza minima di base legata ai campi aurici, al funzionamento dei chakra principali, all'utilizzo consapevole del proprio prana e all'auto-protezione dalle energie bio-plasmiche malate del paziente.  Ad esempio il pranoterapeuta ascoltando l'aura attraverso lo sfioramento del corpo eterico dovrà capire in quale parte del corpo risiede il disturbo e come intervenire su un eventuale squilibrio energetico. Del resto non basta proiettare il proprio prana sulla parte malata per ottenere risultati positivi, ma bisogna capire quando e il caso di pulire e quando è il caso di caricare energia. Se su un fegato congestionato vado a proiettare prana senza avere prima  pulito la parte malata, otterrò un peggioramento delle condizioni  del ricevente.

Tuttavia se la problematica del paziente è causata da una profonda eredità Karmica e il suo disturbo emotivo e da ricercare fissato sugli alti livelli degli strati Aurici, il pranoterapeuta dal canto suo può fare ben poco se non ridurre temporaneamente la sofferenza del ricevente. A meno che il terapista non raffini la propria energia per renderla talmente sottile da poter raggiungere gli strati eterici più fini. Ovviamente per fare questo e necessario che il pranoterapeuta si dedichi costantemente per almeno mezzora al giorno ad un pratica di meditazione.

 

       
Il 1° Livello reiki Shoden 初伝: E' abbastanza difficile definire con parole semplici l'atmosfera che si respira durante il seminario di 1° livello Reiki... Continua Il 2° Livello reiki Chuden 中伝 : Il secondo livello Reiki consiste in una presa di coscienza maggiore, poiché l'aspirante impara a lavorare con energie molto più sottili.... Continua
       
Il 3° Livello reiki Okuden: Inizialmente i livelli di conoscenza nel Reiki erano due, più il  livello di Master. Il terzo livello è stato inserito negli ultimi anni, quando.... Continua Il Livello Master Shinpiden: Decidere di intraprendere oggi la via dell'insegnamento della tecnica Reiki scegliendola come lavoro, equivale a prendersi una bella gatta da pelare. Sopratutto.... Continua
       
Komyo Reiki: Komyo Reiki non è una nuova forma di reiki ma sono gli insegnamenti Reiki del maestro Inamoto Hyakuten 2° successore della scuola di Hayashi. Sappiamo molto bene che il reiki praticato in occidente fino ad oggi. Continua Japanese Reiki: Japanese Reiki sono le tecniche e le attivazioni appartenenti alla scuola Gendai Reiki del Maestro Hiroshi Doi....  Continua
       
Reiki a Milano: Solitamente i seminari e gli scambi reiki vengono tenuti a Milano. Tuttavia se ci fosse qualcuno che vuole organizzare un gruppo reiki in un'altra cità sono disponibile a spostarmi: Continua! Trattamento Reiki : Il Trattamento Reiki completo ci permette di trattare una persona con qualsiasi genere di problema. Reiki a differenza della Pranoterapia non è mirata sul singolo disturbo ma si prende cura della persona in senso olistico.. Continua
       
Pranoterapia: La guarigione pranica è fondata sulla struttura globale del corpo umano. l'intero corpo fisico dell'uomo e permeato da molteplici strati d'energia conosciuti con il nome di Campi Aurici... Continua I Chakra: Durante le loro pratiche introspettive gli antichi Yogi hanno percepito con la loro intuizione che all'interno del corpo fisico ve ne uno più sottile. In questa struttura occulta precisamente lungo la colonna vertebrale sono situati vari plessi psichici detti Chakra o vortici di energia... Continua
       
Shiatsu: Lo shiatsu che letteralmente significa pressione con le dita è una tecnica manuale di digitopressione giapponese composta principalmente da pressioni e stiramenti.. Continua. Meditazione: La meditazione è un antichissima pratica venutasi a formare nel momento stesso in cui l’uomo iniziò a sentire l’esigenza di rispondere alle tematiche riguardo il suo essere incarnato sulla terra... Continua.
       
Cos'é Reiki: Reiki è un metodo di guarigione naturale giapponese basato sull'imposizione delle mani. Si sviluppa attraverso  la canalizzazione e il trasferimento dell'energia universale da operatore a ricevente.
Continua
I Simboli Reiki: I simboli Reiki sono sacri. E parte della tradizione Reiki mantenerli segreti. Sono rivelati soltanto a coloro che hanno preso il 2° livello Reiki, e ricevuto la sintonizzazione che li potenzia. Continua..
Reiki
- Presento Reiki
- Metodo Usui di guarigione naturale
- Reiki
- Cos'è Reiki
- What is Reiki
- La Storia di Reiki
- Percorso Master Reiki
- Come diventare operatore reiki
- La Storia di Reiki
- Attivazione Reiki
- I 5 Principi Reiki
- Come Agisce Reiki
- Possibilità di utilizzare Reiki
- Reiki Insegnamento
-Codice Etico-Deontologico dell'operatore Reiki
- Domande e Risposte su Reiki
- Testimonianze
- Glossario Reiki
Japanese Reiki
- Reiki Japanese
- Tecniche di Japanese Reiki
- Discendenza Japanese Reiki

- Il Maestro Hayashi

- Reiki Giapponese per Master dal 1° al 4° Livello
Komyo Reiki
- Komyo Reiki
-
1° Grado Komyo Reiki
- 2° Grado Komyo Reiki
- 3° Grado Komyo Reiki

- Lignaggio Master Komyo
- Percorso Reiki giapponese per i Master
Sansei Mikao Usui
- Il Maestro Mikao Usui
- Intervista al Maestro Mikao Usui
Lignaggio Reiki
- Reiki Discendenza
- Marco Milione
Articoli da Leggere
- L'esperienza del Se
- Disciplina Spirituale
- Il Karma
- Tantra
- Yoga
- Diksha
- Karuna Reiki
- Buddhismo
- Il Mantra Japa
- Viaggi Astrali

- Ego e Dinamiche Psicologiche
- Preghiera per la pace
- Reiki e Respirazione
- Reiki e Denaro

- Articolo su Reiki
- Galleria Immagini
Meditazione
- Cerchi di luce
- Meditazione Yogica
- Meditazione Anapanasati
- Meditazione I.A.M
- Meditazione Zen
Shiatsu / Tui-nà
- Shiatsu
- Cos'è il Massaggio Tui-nà
- Cosa Cura lo Shiatsu

- Qi
- Yin e Yang
- 6 Energie e 5 movimenti

- Shiatsu e Reiki due Facce della stessa Medaglia
Pranoterapia
- Pranoterapia
- Pranoterapia e potere di guarigione
- Pranoterapia e l'influenza sul fisico

- I Chakra
- Reiki per i pranoterapeuti